Mercoledi 29 Aprile 2020

Non capisco più niente, cerco di interpretare e di ricordare, ma ogni volta che una carica politica ( opposizione e affini ) apre bocca mi sembra che dica sempre il contrario di quello che diceva qualche mese fa.  Abbiamo tutti appreso dall’ultimo decreto, che dal 4 maggio sarà possibile dare il via all’apertura di alcune fasce di catene produttive e si potrà fare visita ai propri cari. Visita si, ma solo a parenti stretti, congiunti e affetti stabili ( da definire ancora questi affetti stabili, che oggetto di grande polemica, ancora non si è capito se includono anche gli amici). 

Da questo nuovo decreto e dal fatto che il Presidente Conte non abbia acconsentito al “VIA LIBERA” sono nate tante guerriglie collaterali. Tra cui i governatori delle regioni che allentano a loro piacimento le misure ( Vedi la Governatrice Santelli in Calabria, che da oggi ha dato mandato a Bar ristoranti, agriturismi e pasticcerie a poter aprire le loro attività, purché siano dotate di spazio all’aperto). La stessa Governatrie circa una settimana fa, ha lanciato fulmini e lampi al Governo dicendo che le misure in Calabria si sarebbero irrigidite e non il contrario, Ma vabbè.

Poi scorrendo su Twitter si trovano Hashtag legati a post di lamentele come #Toriniamoliberi, #liberi, quasi paraganodo la scelta del Governo come una “carcerazione” un arresto, per un capriccio e non per tutela del popolo.

Sinceramente trovo tutto questo cosi sterile, questo continuo andare contro-tenedenza alle leggi, le lamentale per qualunque scelta che implichi la sicurezza, le minacce di allenamento autonomo delle regioni, la continua ricerca delle cariche politiche di fare campagna elettorale anche in momento come questo. La miglior campagna elettorale, la migliore vetrina, il miglior modo di essere utili è facendo silenzio! Tutto questo parlare sta generando rumore che tanti cittadini, anche poco lucidi per via della quarantena, ascoltano e rendono voce di pensiero. 

Quel rumore è diventato fastidioso, come le conseguenze che ne scaturiranno. Pensare al partito in questo momento è l’arma più mortale che si possa usare. Fate il bene di tutti e non il vostro personale o quello della vostra politica.