Da tanto tempo mi dico di voler fare un regalo a mia madre. Un qualcosa che la porti fuori dalla quotidianità , che le permetta di staccare e perché no, che lo permetta anche a me.

La routine lavorativa mia e di mia mamma è stata interrotta da questo viaggetto di pochi giorni in una delle più belle delle comunità della Catalogna. 

per avere qualche info storica sulla splendida Barcelona puoi cliccare qui.

Avendo poco tempo a disposizione bisogna avere un piano per poter fare e vedere più cose possbili. Ho pensato scrivere questo breve post per raccontare quello che sono, siamo riusciti a vedere in solo 2 giorni, spero vi sia utile. 

Arrivo e prima cosa da fare:

Prima di tutto, su internet ci sono tantissimi post e pagine che consigliano di acquistare prima dell’arrivo il famigerato “Barcelona City Pass” che da accesso sia a tutti i mezzi pubblici gratis e anche a molti musei (Museo dei profumi, Museo del Cioccolato, Museo di arte contemporanea etc). 

Io e Madre abbiamo deciso di non acquistarlo poiché tutte le attrazioni che avremmo voluto vistare erano escluse da questo pass. Abbiamo preferito un abbonamento ai mezzi ( si può scegliere in base ai giorni di permanenza) che da accesso a Metro bus e tram. Vi consiglio di prenderlo un pò più esteso rispetto la vostra permanenza. E’ capitato a me e mia madre di dover tornare in aereoporto e dover fare un altro biglietto poichè l’abbonamento era scaduto ( abbiamo speso per quel biglietto piu o meno quanto per l’abbonamento di due giorni).

Ecco i prezzi aggiornati del HOLA BCN 2019:

Abbonamento trasporti 2 giorni/48h – €15,20 Abbonamento trasporti 3 giorni/72h – €22,20 Abbonamento trasporti 4 giorni/96h – €28,80 Abbonamento trasporti 5 giorni/120h – €35,40

Si può acquistare nei terminali presenti in tutte le metro,  all’infopoint in aereoporto, e anche online. 

 

Prime Tapas:

Dopo aver lasciato le valige in Hotel, anche se era presto per entrare in camera, siamo partiti alla ricerca di qualcosa da mettere sotto i denti, vista anche l’ora. 

Sul nostro cammino (Avinguda Diagonal) abbiamo notato, oltre alle tante mete shopping (El Corte Inglés e il centro commerciale L’illa), questo posticino per provare qualche tapas e bere qualcosa. il posto si chiama PISCOLABIS carine nel design, buono per le pietanze. 

Lista di Tapas da ordinare in qualsiasi posto vi trovate:

  • Tortillas de Patata ( Frittata di Patate
  • Patatas Bravas ( Patate con salsa tipica piccante) 
  • Jamon Iberico (Il prosciutto tipicamente spagnolo)
  • Pan y Tomate ( Pane e pomodoro per accompagnare le pietanze)
  • Calamares Fritos ( Calamari fritti e fritto misto) 
  •  Pimientos de padron ( Peperoni piccoli veri, fritti con una spolverata di sale grosso
  • Da bere: Sangria o Cerveza ( Vino con frutta e Birra)

Paseggiata davanti Arc de Triomf:

Visto che il tempo è poco, abbiamo deciso di metterci subito ad esplorare. Dopo aver fatto qualche cambio di metro ( perchè qui ce ne sono davvero tante, più o meno come Parigi e Londra), è iniziato il nostro vistazo per le strade di Barcelona.

La cosa che mi ha davvero stupito, è la cura dei dettagli e la meticolosita con cui, questi stupendi monumenti e architetture si sono conservate col passare del  tempo. 

L’Arc de Triomf merità una bella passeggiata e anche una bella foto specialmente se un  tramonto come questo, fa da cornice.

Di tanto in tanto una tappa nei Coffee Starbucks, in ogni dove in citta, aiuta a riprendersi dal clima, a ricaricare il cellulare per fare altre foto e gustare un buon caffè. 

Visita al museo del Cioccolato:

Una delle curiosità che avevo, era quella di visitare il Museo del Cioccolato.

Un piccolo edificio a pochi passi dall’Arc de Triomf, con all’ingresso una cioccolateria e caffetteria, dove si possono acquistare cioccolatini delicatissimi. 

Nel retro del museo si scorge la scuola di cioccolateria, dove giovani e non, frequentano corsi per diventare maître chocolatier . 

Il museo non è molto grande e non è cosi spettacolare, ma ha delle audio guide interattive  nel percorso, che raccontano le origini e la storia del cioccolato. Comunque una tappa da fare anche per degustare alla fine del percorso un dolce cioccolato caldo in tazza. 

Costo per il Ticket d’ingresso – 6€

Tapas por la Noche:

Si è fatta gia sera, dopo aver perso tempo ad andare all’Acquariam, ed averlo trovato chiuso, ci siamo messi a cercare un posticino dove mangiare, detto fatto! 

Cercando online uno dei posti consigliati della zona si chiama Perikete:

Un grazioso positicino, non molto grande, in cui abbiamo gustato dei piatti squisiti, ( Tapas Naturalemnte) simili a quelli del pranzo, ma davvero ottimi di gusto. La schiera di Jamon appesi al soffitto in stagionatura fa da padrona in tutta la sala.

Essendo il Perikete in una zona di mare, la frittura è una delle cose che io e Madre, non dimenticheremo di questo viaggio.

 

Sagrada Familia:

Un’altra delle cose indimenticabili sarà la visita presso la Sagrada Familia, capolavoro del maestro Gaudi, per avere info in più clicca qui

Siamo rimasti affascinati dalle splendide vetrate, dagli archi che avvolgono tutta la struttura architettonica, dalla facciata ricca di particolari. Da descrivere è difficile, va vista per apprezzarla completamente. 

Altre tappe assolutamente da visiatare, che però io e Madre abbiamo solo visto di sfugita, sono Casa Batlló Casa Milà,

Antoni Gaudí Ha lasciato qui un grandissimo patrimonio tutto da scoprire in ogni strada di Barcelona.

Per il ticket d’ingresso abbiamo acquistato direttamente dal sito ufficiale. Le visite sono su prenotazione orarie. Quella che abbiamo scelto aveva inclusa anche la visita presso la casa di Antoni Gaudí al prezzo di 50€ circa per 2.

Pausa Pranzo, Casa Gaudi e Park Güell:

Prima di arrivare alla visita è stata necessaria una pausa, abbiamo camminato tanto e proprio lungo la ripida salita per arrivare a Park Güell, c’è un bel posticino chiamato La Granja.

Un bar dove pranzare in velocità e gustare piatti e tapas preparai al momento. Io e Madre abbiamo continuato con le Tapas come si vede dalle foto.

Avendo il biglietto per La casa museo di Gaudi, non è necessario acquistare anche il biglietto per Park Güell poichè la casa è al di fuori del parco. 

Ma arrivati fino a li, che non ci facevamo un giretto? 

La casa di Antoni G. ti fa respirare tutta l’area di creatività che Gaudi metteva in tutti i suoi progetti concepiti proprio in quello studio, in quella stanza da letto, di fronte quella bellissima vetrata. 

Per il ticket del parco si spendono circa 8,50€ lo abbiamo fatto online prima di arrivare. anche qui la prenotazione va per fasce orarie. 

l'Acquarium al porto:

Per prendere un pò di respiro dalla cultura ci siamo immersi, in tutti i sensi, nel bluissimo acquiario di Barcelona. 

Un posto per grandi e piccini che ci ha mostrato tante specie di animali marini che non conoscevamo. La sopresa arriva quando a metà visita si arriva nel tunnel dell’acquario, li squali e altre specie, ci circondavano nel mentre continuavamo il percorso della visita, questa la parte più bella . Poi i polipi, i pinguini, i cavallucci tutti da vedere.

Il ticket costa 20€ e anche questo prenotato online sempre per fasce orarie con ultima visita entro le 17:00.

Giornata dei Mercati:

Le nostre visite si concludono con i mercatini, si perchè a chi non piacciono? 

Ho scovato online due mercatini uno di cibo e uno dove trovare di tutto.

Il Mercat de la Boqueria: questo posto è il massimo per vedere un vero mercato spagnolo con tanti banchetti ben organizzati e belli anche da vedere. E’ stato molto piacevole girare per i banchetti e pranzare provando tante cose tipiche preparate al momento. Consiglio il baccalà a palline fritto , buonissimo.

Mercat dels Encants:  Avete presente i mercatini delle pulci? ora pensateli almeno 5 volte piu grandi. in questo grande stabile, coronato da un tesso pieno di specchi, si possono trovare tessuti, gioie, pezzi d antiquariato, pezzi da collezioni etc. Vi basterà contrattare un pò con fermezza per portarvi a casa bellissime cose a pochi euro. Io sono riuscito a prendere una spilla e due oroglogi da taschino.

 

Sul mio profilo Instagram, nelle stories in evidenza trovate alcuni video dei posti elencati nell’articolo. 

Se vi è piaciuto il post, condividete con tutti i vostri amici!

Buona Barcelona!

Tutto il post e le foto sono di proprietà del sito www.gianmariacomito.com e di Gianmaria Comito. E’ vietata la diffusione non autorizzata degli scatti.