Domenica 19 Aprile 2020

Anche se i giorni ormai hanno quasi sempre lo stesso ritmare, seppur con poche sfumatura di novità, oggi è pur sempre domenica.  Continuo a sentire il week end , quasi come “nella vita pre-quarantena” , quando il sabato e la domenica erano i miei due giorni, pieni di me delle cose che mi piace fare, gli unici due giorni in cui, senza stress del lavoro riuscivo un attimo a ritrovarmi. Ci sono stati anche week end peggio della reclusione di ora, quando il tempo fuori era splendido ed io rimanevo in casa a fare le mie foto o a cantare la mia musica. O altri in cui non avevo molta voglia di fare cose e preferivo prendere del tempo per risposare. Cerco di riconoscere i giorni e non dimenticarmi mai di che giorno è oggi. Mi alleno per quando ritornerò alla vita di tutti i giorni, per cercare di non dover riabituarmi ai ritmi o al calendario.

In questa quarantena mi sembra di vivere la necessità di credere in qualcosa  o anche in qualcuno. Sarà tutto il tempo che ho a disposizione, ma è come se stessi, cosa mai fatta prima, ricercando degli idoli, dei nuovi modelli da seguire ed emulare. E quindi ascolto podcast, guardo video su you tube, leggo (non quanto dovrei) e cerco, cerco quel qualcuno che mi ispiri, che contamini questa pagina spoglia di vita che sembra voler essere riscritta. Se mi si chiedesse, “ chi è il mio idolo” , “chi è il tuo cantante preferito” , “ il tuo stilista preferito?” “ a chi ti ispiri?”; Non saprei mai rispondere a queste domande, perché realmente e sinceramente non mi sono mai costruito degli idoli da “idolatrare”, non ho mai avuto un’identificazione feticcia mistificata che generasse l’interesse a ricalcare le sue fattezze.

Non so perché questo cambio di rotta, ma ora forse ne ho bisogno per iniziare una nuova fase, che ha voglia, non di somigliare a qualcuno, ma di avere qualche linea guida, anziché correre una partita che non si sà quanto durerà. Un po per non perdere tempo, un pò per riorganizzarlo, sto ricercando quel profilo ideale o comunque cercando contaminazioni varie per crearne uno tutto mio.  L’importante credere in qualcosa di sano e stimolate, lo diceva anche Oscar Wilde.

“Posso credere a tutto, purché sia sufficientemente incredibile.”

Forse sarebbe più corretto dire cerco qualcosa di incredibile!