• Rosso, Bianco, Rosè e Blu! •

Se il vostro immaginario può avere dei limiti, bhe quello di questo gruppo di ragazzi è andato ben oltre. Una Startup spagnola composta da giovani dal tono futurista (designer, programmatori, artisti e musicisti) che prima d’ora non si erano mai spinti nel mondo del Tavernello, hanno così voluto creare, quasi come atto dissacratorio, una rivisitazione che tedierà tutti i sommelier: una  “wine fusion version”, da me battezzata, un incontro  tra un cocktail e un vino dal color blu indago. 

Gik, nome di battesimo, è un vino appariscente, quasi blasfemo, dalle note alcoliche (circa 11,5% c) ottenuto da una miscela di uve bianche e rosse di origini basche, un mix di vitigni variegati: La Rioja, Zaragoza, León e Castilla-La Mancha a cui si aggiungono antociani, i pigmenti colorati presenti nell’uva e in alcuni frutti come i mirtilli, noti antiossidanti che danno quel tocco “fluo” al vino. 

“Aprite le menti e ignorate tutti i pregiudizi” è lo slogan della startup futurista, che ha concepito anche un’interessante campagna pubblicitaria sacrilega, dove il capo di un dinosauro prende il posto di Adamo nel Giudizio universale, protendo la mano verso il calice di vino blu. Se il rosso è adatto alla carne, il bianco al pesce, il blu, dalle note più dolci rispetto ad altri sulla carta dei vini, viene abbinato a: sushi, pasta alla carbonara (chissà perchè), salmone affumicato e persino ai nachos. 

Il suo concepimento di natura aliena rispetto alla norma, fa storcere il naso a molti, quasi da non categorizzarlo nella carta dei vini; ma sembra che la “ricetta blu” stia riscuotendo molto successo, grazie allo store presente nel sito ufficiale di Gik, non accessibile per ora, a noi sfortunelli italiani. I prezzi sono modici e con €35,00 possiamo regalarci un box da due bottles; per il momento però si può solo trovare qualcuno che lo possa spedire dai paesi accreditati.

Dunque, vista quest’esplosione di colore che riecheggia ormai da tempo sulle nostre tavole, che tra la carta dei vini, alla prossima degustazione, non si possa trovare una qualità vinifica dalle tonalità Fuxia?

Credit imagine : Gik

Post Instagram dei seguaci: credit instagram